Tipi di Cuffie: guida alla tipologia di cuffie

Quali sono i tipi di cuffie in commercio? In questa guida vediamo in dettaglio le varie tipologie di cuffie e auricolari in vendita per scegliere il tipo di cuffia più adatto alle tue esigenze con cavo o wireless.

tipi di cuffie

  1. Tipi di cuffie
  2. Auricolari Earbuds
  3. Cuffie In-Ear (Auricolari)
  4. Cuffie On-Ear Sovraurali
  5. Cuffie Over-Ear – Around-Ear Circumaurali
  6. Aperte
  7. Semi-Aperte
  8. Chiuse
  9. Wireless
  10. Neckband
  11. Noise-Cancelling

Tipi di cuffie

I tipi di cuffie si possono dividere in due macro categorie: Auricolari e Cuffie. Entrambi possono essere con cavo o wireless ed avere pulsanti con controlli dedicati. Ogni categoria si divide in varie sotto categorie per esigenze e utilizzi dedicati.

tipi di cuffie

Auricolari Earbuds

Gli auricolari Earbuds sono i modelli tradizionali e più economici che si appoggiano al canale uditivo. Generalmente si collegano con il cavo e vengono dati in dotazione con l’acquisto di smartphone, tablet, lettori mp3, iPod. A seconda del modello possono avere anche microfono integrato e comandi per riproduzione o risposta chiamata. Sono poco ergonomiche e hanno poca stabilità nell’orecchio quindi tendono, con i movimenti, a cadere. La qualità audio è discreta e non isolano completamente dall’ambiente. Questo può essere un pro o un contro a seconda del tipo di utilizzo. Alcuni modelli anche hanno sistemi di soppressione rumore esterno. In commercio si trovano diversi tipi di “gommini” detti anche eartips o ear tips intercambiabili con diverse forme che permettono di garantire un miglior confort e stabilità. I modelli migliori sono realizzati in silicone.

  • PRO: economici
  • CONTRO: scarsa stabilità, bassi poso presenti

Cuffie In-Ear (auricolari)

 

Gli auricolari In-Ear detti anche cuffie intrauricolari (cuffie auricolari) si inserisco all’interno del canale uditivo e garantiscono ottima stabilità, un confort superiore, maggiore qualità audio e un ottimo isolamento acustico dai rumori esterni. Grazie alla maggiore profondità di applicazione le cuffiette offrono massima libertà di movimento ed eccezionale stabilità, ideale per la mobilità e sport quali piscina, running, jogging, palestra ecc. Modelli con certificazione IP di resistenza a liquidi e polveri, sono la soluzione migliore per chi fa nuoto o attività intense di sport dove il sudore o acqua può entrare negli auricolari. Tutte le migliori cuffie In Ear vengono fornite almeno di 3 gommini eartips di diverse misure di (small, medium, large) per adattarsi al meglio alla dimensione del proprio orecchio.

Trovare la giusta misura è fondamentale, oltre per il confort personale, anche per ottenere la migliore qualità sonora. Infatti entrando nel canale uditivo fungono da tappo, isolando l’orecchio da rumori esterni e convogliando tutta la pressione sonora verso il timpano, permettendo di percepire dei bassi più corposi e suono più limpido anche a volume più basso. Per questo è consigliato non alzare troppo il volume (indicativamente oltre 60-70%) per lungo tempo perché può creare danni all’apparato uditivo. Le cuffie in-ear sono la soluzione migliore per chi cerca auricolari bluetooth sportivi (Neckband). Alcuni modelli specifici (monitor) vengono utilizzati anche in ambito professionale in particolare dai cantanti o musicisti.

  • PRO: isolamento acustico, ideali per sport
  • CONTRO: volumi alti prolungati possono creare problemi

Cuffie On-Ear Sovraurali

 

Le On-Ear dette anche sovraurali sono la tipologia più ricercata dopo gli auricolari in-ear. Si appoggiano sopra l’orecchio coprendo per intero il padiglione. Sono un buona scelta per chi cerca buona qualità audio ma allo stesso tempo un ingombro ridotto. Il confort delle On-Ear è buono anche se nell’uso prolungato per diverse ore può dare fastidio per la pressione sul padiglione auricolare se l’imbottitura non è delle migliori. Sono molto leggere e in commercio si trovano anche modelli pieghevoli che assieme alla tecnologia wireless bluetooth diventano l’ideale per la mobilità quotidiana come andare al lavoro, scuola, palestra o spostarsi in città per poi riporle facilmente in uno zaino o borsetta. Con collegamento in radiofrequenza o bluetooth sono un’ottima soluzione per ascoltare la tv o lo stereo in casa.

La qualità audio delle cuffie On-Ear è molto buona e diventano la soluzione migliore per coloro che ricercano maggiore qualità sonora rispetto agli auricolari tradizionali o in-ear. Diversi modelli hanno funzioni di soppressione rumore ma in linea di massima non isolano moltissimo dai rumori esterni. Per molti può essere un difetto ma nel caso di utilizzo in movimento è sempre meglio non isolarsi completamente dall’esterno per un discorso di sicurezza. Tra i modelli On-Ear di cuffie bluetooth piu venduti, anche per un fattore di design, troviamo le cuffie Beats e le cuffie JBL sia in versione con jack da 3.5 mm che in versione wireless senza fili.

  • PRO: leggere, qualità audio, portabilità
  • CONTRO: poco isolamento acustico

Cuffie Over-Ear – Around-Ear Circumaurali

 

Le cuffie Over-Ear vengono chiamate anche Around-Ear o Circumaurali perche circondano completamente il padiglione auricolare pur lasciando gli altoparlanti leggermente distaccati dall’orecchio. Offrono massimo livello di confort grazie anche ad ampi padiglioni imbottiti che ne consentono un uso prolungato senza in linea di massima dare fastidio. Sono di dimensioni più grandi rispetto le cuffie On-Ear e sono prettamente indicate per uso casalingo. La qualità audio è la migliore tra tutti i modelli perché oltre ad offrire un ottimo isolamento acustico, garantiscono una gamma di frequenze più ampia e fedele grazie anche alla generosa dimensione del driver interno.

Questo è dovuto anche alla possibilità di trovare modelli con una impedenza più alta. L’impedenza o resistenza elettrica è un valore, espresso in ohm (simbolo Ω), che indica la resistenza che il suono incontra prima di uscire dalla cuffie. Impedenze alte generalmente vengono utilizzate quando si utilizzano materiali di buona qualità (che richiedono maggior corrente) per garantire un suono più fedele e preciso. Più l’impedenza è alta, più il segnale audio è difficile da pilotare e il volume sarà inferiore se l’amplificatore che trasmette il suono non riesce a gestire in modo corretto il segnale. Ecco perché generalmente cuffie con alti valori di ohm sono utilizzate in studio o da musicisti dove alle spalle c’è sempre un buon amplificatore di segnale dedicato.

Auricolari e cuffie per ascoltare musica con mp3, smartphone o pc in linea di massima hanno 16 – 32 Ohm. Cuffie studio o cuffie monitor professionali possono arrivare anche a 600 Ohm.
Molte persone acquistano ottime cuffie musica con un prezzo medio alto ma non sono soddisfatte perché hanno un “volume” medio basso o la qualità non è ottimale per i soldi spesi! Ciò è dovuto proprio alla sorgente audio (di solito lettore mp3 o notebook) che non riesce a gestire in modo adeguato l’impedenza, ma anche alla qualità stessa del file audio che si ascolta che molto spesso è in formato compresso mp3 e con un bit rate basso che taglia molte frequenze importanti, necessarie per garantire la qualità complessiva si ascolto. Da qui nasce la necessità di aquistare amplificatori per cuffie che migliorino la potenza in uscita, meglio se con DAC integrato e ovviamente utilizzo di file audio Lossless

Le cuffie Over-Ear sono la soluzione migliore per chi cerca alta fedeltà, pulizia del suono, bassi corposi e ben definiti e un suono limpido e ben distinto per un ascolto più dedicato e intimo. Sebbene esistono anche molti modelli di cuffie over-ear wireless o radiofrequenza si tende sempre a preferire la soluzione con il cavo che evita eventuali interferenze o disturbi.

  • PRO: ottimo isolamento acustico, massima qualità
  • CONTRO: poca portabilità, in base al modello necessitano di amplificazione

Le cuffie On-Ear e Over-Ear si possono dividere in tre sotto categorie:

  • Aperte: hanno un isolamento acustico inferiore dai rumori esterni perché la membrana crea pressione acustica sia verso l’interno (orecchio) che verso l’esterno. Riescono a dare più spazio al suono e sono molto apprezzate anche in ambito professionale perché il suono non rimane “intrappolato” nell’orecchio.
  • Chiuse: garantiscono un elevato isolamento acustico e la pressione sonora viene convogliata, senza dispersione, nell’orecchio. Può essere un pro o un contro a secondo dell’utilizzo e delle preferenze di ascolto.
  • Semi-Aperte: sono un compromesso tra le aperte e chiuse

Per una spiegazione più dettagliata vedi articolo:  Differenza tra cuffie chiuse e cuffie aperte

Cuffie Wireless

 

Le cuffie wireless sono sempre più ricercate e negli ultimi anni hanno avuto un vero e proprio boom di vendite. Le cuffie senza fili, che siano auricolari o con archetto, sono molto comode ed offrono grande mobilità sia in casa ma anche all’aperto in particolare per chi fa sport. Possono utilizzare diversi sistemi di connessione: Wireless, Bluetooth, Radiofrequenza o infrarossi. Le più apprezzate sono quelle Bluetooth che si possono interfacciare velocemente con diversi dispositivi ed hanno un copertura di circa 10 mt. Cuffie a radiofrequenza (RF) generalmente sono utilizzate per ascoltare la tv o impianto Hi-Fi in casa perché offrono un raggio maggiore d’azione, anche fino a 100 mt, lasciando la persona libera di girare per casa o giardino senza perdere segnale. Le cuffie wireless sono ricaricabili e offrono una buona autonomia che puo arrivare anche a 10 – 15 ore a seconda del modello.

Neckband per Sport

 

Chi fa sport cerca sempre le migliori cuffie sportive che lascino totale libertà di movimento ma allo stesso tempo rimangano ben attaccate all’orecchio. Gli auricolari In-Ear Neckband (detti anche Behind The Neck) sono tra le soluzioni più apprezzate. La particolarità degli auricolari bluetooth sportivi Neckband è quella di possedere un collare più o meno flessibile che si posizione dietro al collo. Essendo dedicati per running, jogging, palestra, nuoto, spesso hanno certificazione IP per resistenza a liquidi e polveri rendendole di fatto cuffie subacquee (se dotate di lettore MP3) per piscina o altre attività sportive.

Noise-Cancelling

Il Noise Cancelling (ANC – Active noise controll) conosciuto anche come ANR (Active Noise Reduction) è un sistema attivo di cancellazione rumore. Ormai sempre più adottato da molti modelli di cuffie e auricolari, ha lo scopo di ridurre notevolmente i rumori esterni (cuffie antirumore), garantendo un maggior isolamento dall’ambiente esterno che si traduce in qualità di ascolto migliore. Questo sistema di controllo contrasta alla stessa ampiezza e frequenza il suono esterno che si vuole eliminare, eliminando di fatto il disturbo.

In commercio si trovano diverse soluzioni per ogni esigenza e utilizzo. Trovare la giusta cuffia o auricolare non solo offre un buon confort ma permette di ascoltare la propria musica preferita in libertà ed in ogni momento. Molte persone rinunciano a questa comodità semplicemente perché non riescono a trovare il modello adeguato per le proprie esigenze. Ma ci sono molti modelli e tipologie di cuffie tra cui scegliere quindi non fermatevi ai primi modelli che trovate in un centro commerciale ma valutate, informatevi e sicuramente troverete il modello giusto per voi.